NEWS

In evidenza
Malattia da coronavirus 2019 e disturbi dell’alimentazione

Quali difficoltà devono affrontare le persone con disturbi dell’alimentazione?

A cura di Riccardo Dalle Grave

Intervista a RAI RADIO 1 del dr. Riccardo Dalle Grave sui disturbi dell'alimentazione
In Italia non abbiamo un osservatorio epidemiologico per i disturbi dell’alimentazione

A cura di Riccardo Dalle Grave

Direttore dell’Unità di Riabilitazione Nutrizionale della Casa di Cura Villa Garda
Domenica 8 marzo Casa di Cura Villa Garda si tinge di rosa

L’unione fa la forza!

Per questo la Casa di Cura Villa Garda ha deciso di aderire assieme alle altre strutture sanitarie private di AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata) di Veneto, Trentino Alto-Adige, Friuli Venezia-Giulia alla campagna di sensibilizzazione alla Prevenzione del Cancro al seno checkyourbreast #insiemeèpiùfacile promossa da AIOP Giovani.

Intervista su Telearena – Disturbi dell’alimentazione: come riconoscerli e curarli

Il dr. Dalle Grave decrive e riporta i dati del trattamento riabilitativo dei disturbi dell'alimentazione della Casa di Cura Villa Garda

L’anoressia è una malattia metabolica-psichiatrica?

A cura di Riccardo Dalle Grave

L’anoressia nervosa è una malattia complessa che colpisce lo 0,9-4% delle donne e lo 0,3% degli uomini (Hudson, Hiripi, Pope, & Kessler, 2007; Keski-Rahkonen & Mustelin, 2016; Micali et al., 2017). 

News & Comunicazioni
Uno studio di Villa Garda sul trattamento dell'anoressia nervosa negli adolescenti pubblicato sull'International Journal of Eating Disorders

Uno studio dell'equipe di Villa Garda, pubblicato sull’International Journal of Eating Disorder, fornisce ulteriori evidenze sull’efficacia della terapia cognitivo comportamentale migliorata (CBT-E) nelle pazienti adolescenti con anoressia nervosa trattate nel mondo reale. 

 

Lettura sul trattamento di Villa Garda presentata in seduta plenaria al congresso della Società Italiana dell'Obesità

Giovedi 11 ottobre il dr. Riccardo Dalle Grave, responsabile dell'Unità Funzionale di Riabilitazione Nutrizionale, presentato al congresso dell Società Italiana dell'Obesità (SIO) il servizio clinico di Villa Garda che è uno dei centri italiani accreditati SIO

 

 

La storia di Ornella e del suo percorso di recupero grazie a Villa Garda

In occasione della Giornata del Fiocco Lilla contro i Disturbi del Comportamento Alimentare, il quotidiano "La Nuova Sardegna" racconta la testimonianza di Ornella e del suo difficile percorso di recupero dall'anoressia nervosa, iniziato grazie al ricovero nella Casa di Cura Villa Garda

"Una struttura all'avanguardia nel trattamento dei disturbi alimentari e nella riabilitazione, -cita l'articolo - che affonda le sue radici nella innovativa strategia della terapia cognitivo comportamentale.

 

 

Ospite a Villa Garda il prof. Christopher Fairburn

Sabato 14 aprile abbiamo avuto ospite a Villa Garda il prof. Christopher Fairburn dell'università di Oxford che ha tenuto al nostro gruppo, con cui collabora da 16 anni, un'eccellente lettura dal titolo: CBT and Eating Disorders: Past, Present and Future. È stata una bella giornata di festa per celebrare la nostra collaborazione e i traguardi raggiunti a livello internazionale dalla CBT-E per i disturbi dell'alimentazione.

La Terapia Cognitivo Comportamentale Migliorata e l'immagine corporea

Un recente studio condotto presso la Casa di Cura Villa Garda ha mostrato come le tre componenti cognitive “Preoccupazione per il peso e la forma del corpo”, “Paura di ingrassare” e “Sentirsi grassa” possono predire gli esiti della terapia cognitivo comportamentale in un campione di pazienti adulti con anoressia nervosa.

da un articolo pubblicato su https://www.stateofmind.it/2019/03/immagine-corporea-esiti-cbte/

 

 

Convegno 5 maggio 2018 – La gestione del paziente anziano fragile: dall’intervento chirurgico al percorso riabilitativo
Scarica il programma del convegno

Il progressivo innalzamento dell'aspettativa di vita della popolazione ha visto aumentare l'incidenza della patologie cardiovascolari degenerative legate all'invecchiamento. Tra queste le patologie valvolari, la malattia coronarica e lo scompenso cardiaco rappre-sentano le cause più comuni di ospedalizzazione dei pazienti anziani. La presenza di comorbilità severe, come l'insufficienza renale, il diabete, l'ipertensione e le affezioni polmonari, tipiche dell'età avanzata, associate spesso alla bassa frazione di eiezione, a precedente chirurgia cardiaca ed all'urgenza dell'intervento, possono influire in termini negativi sull'outcome dell'intervento.