LA STRUTTURA

Mission
Il paziente deve essere sempre al centro del sistema

A questo principio, il fondatore del Gruppo, Prof. Raffaele Garofalo, ha costantemente orientato la sua attività professionale ed imprenditoriale, ponendo particolare attenzione all'eccellenza delle organizzazioni sanitarie, sempre al passo con i tempi sia per quanto riguarda la ricerca e la conoscenza scientifica, sia sotto l'aspetto delle innovazioni tecnologiche.

Tutte le strutture del Gruppo, infatti, sono realizzate nel rispetto di questo principio al fine di garantire il più alto livello qualitativo delle prestazioni assistenziali erogate, perchè, come diceva il Prof. Garofalo:


La salute è il bene più prezioso che l'uomo possa avere

L’erogazione dei servizi presso la Casa di Cura Villa Garda rispetta i seguenti principi fondamentali:

  • Uguaglianza: l'erogazione dei nostri servizi rispetta i diritti di tutti i cittadini senza discriminazioni per questioni che riguardino il sesso, la razza, la lingua, la religione e le opinioni politiche. Garantiamo parità di trattamento per tutte le categorie o fasce di utenti. Affinché anche i portatori di handicap possano agevolmente e liberamente usufruire dei nostri servizi, la Casa di Cura è impegnata ad adottare le iniziative necessarie.
  • Imparzialità: la Casa di Cura ispira i propri comportamenti a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità. Continuità: l'erogazione dei nostri servizi e l’assistenza sono continue, regolari e senza interruzioni. Nell'eventualità di scioperi nazionali o di situazioni eccezionali che potrebbero interrompere l'erogazione del servizio o la sua regolarità, la Casa di Cura adotterà ogni provvedimento volto ad arrecare il minor disagio possibile agli utenti.
  • Continuità: l'erogazione dei nostri servizi e l’assistenza sono continue, regolari e senza interruzioni. Nell'eventualità di scioperi nazionali o di situazioni eccezionali che potrebbero interrompere l'erogazione del servizio o la sua regolarità, la Casa di Cura adotterà ogni provvedimento volto ad arrecare il minor disagio possibile agli utenti.
  • Diritto di scelta: secondo quanto consentito dalla legge e dai requisiti strutturali, tecnologici e professionali, viene rispettato il diritto degli utenti di scegliere se usufruire dei servizi offerti dalla Casa di Cura.
  • Partecipazione: la Casa di Cura garantisce ed incoraggia la partecipazione del cittadino alla prestazione del servizio sanitario. In questo modo desideriamo conseguire un duplice obiettivo: tutelare il diritto alla corretta fruizione del servizio e favorire la collaborazione con i nostri operatori. La Casa di Cura è impegnata a raccogliere, attraverso questionari, le valutazioni e le opinioni degli utenti e ad utilizzarli per il miglioramento della qualità del servizio.
  • Efficienza ed efficacia: la Casa di Cura adotta le misure idonee per garantire un servizio di qualità ispirato ad efficienza ed efficacia. Ciò significa che l'organizzazione è tesa a raggiungere il massimo livello di efficacia delle prestazioni rese con la maggior funzionalità possibile.
  • Diritto al consenso: per aumentare la consapevolezza e la condivisione della scelta del trattamento diagnostico-terapeutico ed il coinvolgimento, creando un’”alleanza terapeutica”, per un recupero ed una guarigione più rapida.
  • Diritto alla privacy e alla confidenzialità: i dati personali e sanitari dei pazienti sono trattati nel rispetto della normativa sulla privacy, così come è garantita la riservatezza durante l’esecuzione di esami o visite mediche.
  • Diritto alla sicurezza: la Casa di Cura predispone annualmente un piano per la sicurezza del paziente e adotta tutte le misure necessarie per garantire che egli non subisca danni nell’esecuzione delle procedure diagnostiche e terapeutiche./li>
  • Diritto ad evitare le sofferenze e il dolore non necessari: il diritto viene rispettato in ogni fase della malattia.
L'Azienda
Presentazione azienda

La Casa di Cura privata Villa Garda è nata negli anni '20 per iniziativa di alcune famiglie locali e, sviluppatasi fino a raggiungere l'attuale assetto, è stata acquistata nel 2002 dal Gruppo Garofalo, uno dei più importanti nel panorama della sanità privata italiana. Si trova nella valle che dalle colline circostanti digrada verso il paese di Garda, in provincia di Verona, sulla sponda est dell'omonimo lago. E' inserita in modo consolidato nella realtà sanitaria veneta; fa parte dell'Ulss 22.

Il ruolo della struttura nel piano sanitario regionale è stato identificato nell'ambito riabilitativo. Villa Garda eroga servizi di diagnosi e cura in regime di degenza ospedaliera, oltre che prestazioni diagnostiche e terapeutiche ambulatoriali. E' costituita da un raggruppamento ospedaliero ad indirizzo riabilitativo ed è organizzata in tre unità funzionali per un totale di 109 posti letto autorizzati di cui 90 accreditati.

La struttura è dotata inoltre di un laboratorio di analisi e dei servizi di radiologia, ecocardiografia, ecografia, doppler, fisiatria e psicologia e garantisce il massimo della sicurezza nel trattamento in regime di degenza e ambulatoriale.

L'obiettivo è quello di offrire cure di alta qualità, in condizioni ambientali ottimali, evitando al paziente ogni senso di spersonalizzazione causato dal ricovero e dal trattamento, nel rispetto della persona e della dignità umana. Per questo motivo la Casa di Cura adotta le misure più idonee per raggiungere il massimo livello di efficacia delle prestazioni. Alla struttura accedono pazienti provenienti dal Veneto e da molte altre Regioni italiane.

Collocazione

La Casa di Cura Villa Garda è facilmente raggiungibile in auto dal casello di Affi (autostrada A22 Modena-Brennero) oppure da quello di Peschiera del Garda (autostrada A4 Milano-Venezia), proseguendo in direzione Garda.

Le stazioni ferroviarie più vicine sono, invece, quelle di Verona e di Peschiera del Garda, dalle quali si può arrivare a Garda con i servizi di autolinea. Una volta raggiunto il centro abitato, si trovano facilmente le indicazioni per la Casa di Cura.

Trasparenza

Au sensi dell'art.15 della L.R. 23/2012, si provvede alla pubblicazione dei seguenti documenti:

Bilanci
Bilancio al 31.12.2016 I ricavi indicati sono comprensivi di euro 8.409.522,94 addebitati all'U.S.S.L. n.22 di Bussolengo (VR), per attività sanitaria ambulatoriale e di ricovero.
Bilancio al 31.12.2015 I ricavi indicati sono comprensivi di euro 8.409.402,29 addebitati all'U.S.S.L. n.22 di Bussolengo (VR), per attività sanitaria ambulatoriale e di ricovero.
Bilancio al 31.12.2014 I ricavi indicati sono comprensivi di euro 8.329.762,79 addebitati all'U.S.S.L. n.22 di Bussolengo (VR), per attività sanitaria ambulatoriale e di ricovero.
Bilancio al 31.12.2013 I ricavi indicati sono comprensivi di euro 8.292.993,53 addebitati all'U.S.S.L. n.22 di Bussolengo (VR), per attività sanitaria ambulatoriale e di ricovero.
Bilancio al 31.12.2012 I ricavi indicati sono comprensivi di euro 8.243.239,47 addebitati all'U.S.S.L. n.22 di Bussolengo (VR), per attività sanitaria ambulatoriale e di ricovero.

Altri documenti
Carta dei servizi
Customer service charter
Carta dei servizi del laboratorio analisi
Carta dei servizi del radiodiagnostica
Codice Etico
Monitoraggio della soddisfazione degli utenti

Politica per la privacy

La Casa di Cura VILLA GARDA si impegna a garantire il massimo della riservatezza nel trattamento dei dati personali e sensibili in applicazione delle misure stabilite dal D.Lgs 196/2003 e in questo contesto ha definito i seguenti obiettivi di carattere generale:

a) identificare e designare un gruppo di Responsabili con mandato specifico alla prevenzione dei rischi ed al controllo dell’osservanza della normativa aziendale in materia di privacy

b) sviluppare e migliorare le conoscenze e la consapevolezza in materia di privacy degli Incaricati impiegati nel processo assistenziale e nei processi amministrativi collegati, tramite formazione ed addestramento specialistici

c) migliorare continuamente il livello di protezione delle banche dati elettroniche assicurando l’identificazione e l’autenticazione degli utenti che accedono al sistema informativo - aggiornando i sistemi operativi ed i programmi di protezione – assicurando la continua operatività del sistema informativo

d) proteggere le aree classificate “riservate” evitando accessi da parte di personale non autorizzato e non formato

e) assicurare il funzionamento di un processo di “ascolto” dell’Interessato che voglia esercitare i diritti di accesso ai propri dati

f) predisporre e mantenere aggiornato, a sostegno del miglioramento continuo del Sistema Privacy, un manuale della sicurezza, comprensivo di documento programmatico della sicurezza, che rappresenti la guida operativa per le attività e la formazione.

Il raggiungimento di questi obiettivi viene verificato almeno annualmente dai Responsabili designati che concertano con il Titolare del Trattamento dei Dati ed attivano i necessari provvedimenti correttivi e preventivi. Responsabili ed Incaricati assicurano che questa Politica sia compresa ed attuata da tutto il personale nello svolgimento delle proprie attività.

Il Responsabile del Sistema Privacy Rossana Ceschi

Il Gruppo Garofalo
Storia

La storia del Gruppo Garofalo è una storia che viene da lontano, dagli anni del dopoguerra, quando l’Italia era un paese annientato e dal futuro precario.

Raffaele Garofalo era un giovane idealista che obbediva al sogno in cui credeva fermamente: diventare un grande chirurgo. Subito dopo la laurea andò come volontario all’Ospedale militare di Napoli dove eseguì i suoi primi interventi chirurgici. Da Napoli a Roma passando per Ripe San Ginesio, si realizzò così il sogno del giovane Raffaele, che insieme ai suoi fratelli alla fine degli anni ‘50 rilevò la gestione della Clinica dove operava con grande tenacia, la casa di Cura Sant’Antonio da Padova a Colle Oppio.

Gli anni ’60 innescarono in Italia una fase di trasformazione economica e sociale, da paese agricolo a nazione moderna, con un ‘industria in crescita esponenziale; in questo scenario la famiglia Garofalo compì il passo successivo che originò la nascita di un grande gruppo imprenditoriale. Fu acquistato un terreno nel quartiere di Monteverde e fu avviata la costruzione di una nuova clinica. Nacque così la Casa di Cura Città di Roma. Nel decennio successivo che passò alla storia con la definizione ”anni di piombo” a dispetto dello scenario negativo, il Gruppo Garofalo, che, sino a quel momento aveva investito in un settore anticiclico, concretizzò i risultati di un impresa assolutamente vincente. Fu così deciso di diversificare l’impiego delle risorse anche nel settore alberghiero e nacquero il Park Hotel Residence Blanc et Noir, il Residence Ponte Bianco ed il Park Hotel Residence Rouge et Noir. Fu contemporaneamente acquistato il Castello di Nerola, destinato nel tempo, a diventare uno dei dieci alberghi più belli del mondo.

Negli anni ‘80 il Gruppo Garofalo proseguì una crescita massiccia nel comparto sanitario. Fu, pertanto, la volta dell’Aurelia Hospital, dell’European Hospital e della Casa di Cura Samadi. Nel ‘90 fu acquistata anche un’emittente televisiva locale Videouno con segnale su tutto il Lazio e parte della Toscana. Essa fu trasformata in Telesalute, prima emittente monotematica europea esclusivamente focalizzata sui temi della salute. Oggi Telesalute è diventata IES TV Informazione e salute.

Alla fine degli anni ‘90 e all’esordio del 2000 il Gruppo Garofalo, presieduto dal suo fondatore Raffaele Garofalo, avviò una sana diversificazione territoriale, acquisendo strutture sanitarie in svariate regioni del Nord Italia. Fu, pertanto, la volta dell’Eremo di Miazzina a Verbania, l’Hesperia Hospital a Modena, Villa Berica a Vicenza e Villa Garda a Garda. Un processo di crescita che anche dopo la grave perdita subita dal Gruppo con la scomparsa del suo fondatore, avvenuta nel febbraio del 2006, si è perpetrato con l’acquisizione della Casa di Cura Rugani a Siena e la Casa di Cura Villa Von Siebenthal a Genzano di Roma.

Gallery